Come sviluppare una landing page che converte

Cos’è una landing page?

Una landing page è una pagina web progettata e realizzata con un obiettivo preciso: generare conversioni.

Letteralmente, in italiano, “landing page” significa “pagina di atterraggio”: l’utente vi “approda” dopo aver cliccato su un messaggio pubblicitario, su un risultato restituito dal motore di ricerca (organico o a pagamento), su un banner promozionale, etc...

Ciò significa che una landing page, per funzionare davvero, deve essere in grado di:

  • attirare l’attenzione di chi sta navigando in rete con un intento di ricerca di tipo commerciale (comprare un oggetto, scegliere dove passare le vacanze, a quale professionista affidare la ristrutturazione della casa);
  • suscitare interesse verso il prodotto/servizio proposto perché illustra con chiarezza quali sono i vantaggi concreti per chi lo sceglie;
  • generare attrazione verso il prodotto/servizio proposto perché crea un senso di urgenza che spinge l’utente a desiderarlo, convincendolo di aver trovato la soluzione migliore al suo problema;
  • spingere all’azione per cui la pagina è stata accuratamente progettata e programmata (un contatto, una richiesta di preventivo o - perché no? - un acquisto!).

Landing page per convertire

INDICE DEI CONTENUTI

Qual è l’obiettivo di una landing page?

La progettazione di una landing page è sempre orientata alla conversione: lo scopo è trasformare semplici visitatori della pagina in contatti (stabilendo con loro una relazione che possa successivamente portare alla vendita) o clienti (acquisto diretto di un bene o di un servizio).

La conversione è, in generale, il raggiungimento di un obiettivo specifico più o meno importante nel contesto di una strategia di web marketing finalizzata alla vendita.

Perché un progetto di web marketing sia efficace, occorre per prima cosa analizzare come funziona il processo d’acquisto per un determinato settore/prodotto/azienda al fine di elaborare, grazie ai dati raccolti, la migliore strategia per intercettare i potenziali clienti ed ottimizzare ciascuna delle fasi del processo stesso.

Come si svolge il processo d'acquisto.

Il processo di acquisto è, in sintesi, il percorso che conduce un consumatore all'acquisto di un bene o di un servizio.

Si può schematizzare nelle seguenti fasi:

FASE #1: ricerca di una soluzione al proprio problema ➩ atterraggio.

FASE #2: confronto / valutazione della migliore soluzione ➩ attrazione.

FASE #3: decisione / prenotazione (acquisto) ➩ conversione.

FASE #4: appagamento per il servizio acquistato (ho risolto il problema?) ➩ soddisfazione.

Qual è il ruolo della landing page nell'ambito del processo d'acquisto?

La landing page ha il compito di:

  • intercettare il visitatore che ha un problema da risolvere ➩ atterraggio;
  • illustrargli i vantaggi della soluzione proposta ➩ attrazione;
  • convincerlo di aver trovato la soluzione al problema e trasformarlo in cliente ➩ conversione.

Una landing page è davvero efficace e persuasiva solo quando riesce a spingere gli utenti entrati in contatto con noi ad acquistare o lasciare i propri dati.

Come si convoglia traffico sulla landing page?

La landing page è una pagina visualizzata in risposta al clic su un risultato di ricerca o su un annuncio online.

Per intercettare i potenziali clienti e convogliare traffico sulla pagina, esistono diverse strategie.

RICORRERE ALLA PUBBLICITÀ A PAGAMENTO con Google o Facebook Ads (“web advertising”). Si tratta di campagne “pay per click” mirate a portare utenti profilati sulla landing page attraverso la pubblicazione di annunci.

OTTIMIZZARE CON LA SEO. In questo caso, poiché il traffico sulla landing page deriva dai risultati non a pagamento dei motori di ricerca, bisogna mirare ad un buon posizionamento organico della pagina stessa attraverso un attento studio delle parole chiave (“keywords”).

FARE CONTENT MARKETING. Si diffondono contenuti informativi attraverso i social network, la sezione blog del sito web o azioni di e-mail marketing con l’obiettivo di generare visite alla landing page (in questo modo, è possibile monetizzare anche gli sforzi fatti nella creazione dei contenuti stessi tracciandone l’efficacia).

SFRUTTARE I SOCIAL (Facebook, Istagram, Twitter o qualsiasi altro) e le pagine del sito che generano traffico (ad esempio, gli articoli della sezione blog). Questo è un ottimo modo per invogliare i visitatori a cliccare sul link che porta alla landing page: analogamente, attraverso la divulgazione di contenuti informativi, si possono invitare gli iscritti alla nostra mailing-list a compiere un’azione specifica (cioè a visitare la landing page).

Realizzare una landing page efficace in 11 mosse.

Se vuoi creare una landing page che funziona devi adottare specifici accorgimenti che rendono la pagina accattivante e persuasiva.

Mossa #1. Scegli un Titolo (headline) che cattura l’attenzione.

Sia che si tratti di carta stampata o di testi digitali, il titolo è la prima cosa che colpisce chi legge (ed è anche ciò a cui si presta più attenzione!): per questo motivo devi dedicare particolare cura alla creazione di titoli che incuriosiscano l’utente e lo invoglino a proseguire nell’esplorazione della pagina.

Mossa #2. Assicura coerenza tra contenuto dell’annuncio ed offerta espressa.

All’interno della landing page, spiega l’offerta coerentemente a quanto promesso nell’annuncio, proprio per evitare che l’utente abbandoni repentinamente la pagina perché non trova quello che si aspetta.

Mossa #3. Metti bene in evidenza l’invito all’azione.

In punti strategicamente studiati della landing page posiziona pulsanti ben visibili per forma e colore (le CTA abbreviazione di "Call to Action) che invitano l’utente a compiere l’azione che desideri durante l’esplorazione della pagina.

Mossa #4. Crea form di richiesta dati più semplici possibile.

Per evitare di far perdere tempo a chi sta navigando in rete per risolvere un problema, inserisci nella landing page form di contatto con pochi campi e facili da compilare (se l’utente si stufa, c’è il rischio che abbandoni la pagina prima di essere passato all’azione).

Mossa #5. Spiega bene i vantaggi dell’offerta.

Per fare in modo che l’utente percepisca immediatamente quali vantaggi ottiene se accetta l’offerta, descrivine il valore ricorrendo ad un copy estremamente chiaro, lineare e sintetico.

Mossa #6. Anche l’occhio vuole la sua parte.

Adeguata formattazione, oculata scelta dei colori e delle immagini, ricorso ad elenchi puntati e corrette spaziature fra i paragrafi… perfino la scelta del carattere tipografico incide sulla leggibilità e sull’efficacia di un testo!

Mossa #7. Inserisci foto di qualità.

Il linguaggio delle immagini è immediatamente comprensibile a chiunque: aggiungere una fotografia di qualità (cioè fatta da un professionista) alla landing page conferisce alla pagina una potenza comunicativa davvero straordinaria.

Mossa #8. Evita i link verso l’esterno.

Non vogliamo che l’utente abbandoni la pagina perché distratto da un qualsiasi social o da un altro sito internet (magari di un concorrente): evita quindi di inserire link che puntano fuori dalla pagina.

Mossa #9. Assicurati che la pagina si carichi velocemente...

È fondamentale che chi approda sulla landing page non perda tempo (bastano 3 secondi per far scappare un potenziale cliente!): ottimizza la pagina affinché possa essere visualizzata il più velocemente possibile.

Mossa #10. ...e che sia compatibile con ogni device.

Oggi più che mai, la navigazione in rete avviene per lo più da dispositivi mobili (soprattutto smartphone): avere una landing page “responsiva” - che si adatta cioè alle diverse dimensioni degli schermi - è indispensabile.

Mossa #11. Non dimenticare i feedback.

Dedica parte della landing page ai feedback ricevuti dai clienti: per convincere l’utente della validità di un prodotto/servizio non c’è niente di meglio che le opinioni (positive ovviamente!) di altre persone che hanno trovato la soluzione più idonea al loro problema e sono rimaste soddisfatte.

Acquisire nuovi clienti o contatti si può!

Realizzare una landing page mirata all’acquisizione di clienti o contatti richiede sicuramente impegno perché gli elementi da considerare affinché tutto funzioni sono molti.

Se sei attratto dall’idea di aumentare le vendite o ottenere contatti grazie ad una landing page che converte, chiamaci subito!

Insieme, affronteremo un percorso a tappe per:

  • identificare il tuo target di riferimento attraverso la creazione delle buyer personas;
  • individuare le sue esigenze e necessità e quanta urgenza ha di risolvere il suo problema o bisogno;
  • studiare il suo percorso d’acquisto;
  • capire perché dovrebbe scegliere ciò che offri tu ovvero ciò che differenzia il tuo prodotto/servizio da quello dei tuoi concorrenti;
  • e, infine, proporgli la miglior soluzione possibile.

Tutto questo ci servirà per definire stile e tono di voce dell’offerta, elaborare un copy persuasivo, scegliere le immagini più adatte allo scopo, posizionare correttamente tutti gli elementi della pagina per concorrere al suo successo.

Accompagneremo l’utente che è atterrato sulla landing page attraverso un funnel di vendita appositamente progettato per cancellare ogni suo dubbio ed indurlo all’azione, trasformandolo da semplice visitatore in cliente!

Vuoi attivarti subito?
Compila il form ed ottieni gratis il tuo preventivo per una landing page che converte.

Preferisci parlare con un esperto?
Contattaci ora per una consulenza gratuita.

Vuoi saperne di più?
Approfondisci i dettagli del nostro servizio di creazione landing page.